Traduzioni, Web Marketing per il Turismo, Traduzioni gratis, Traduttori e Interpreti  
 

Destinazione
Arrivo
Partenza
Stanze :
Bambino
Adulto/i
 
  HOME  LINGUE E SERVIZI  |  WEB MARKETING PER IL TURISMO  |  COLLABORAZIONI  |  LA TRADUZIONE  |  TRADUZIONE GRATIS  |  TARIFFE

 CONTATTI  |  CAT TOOLS  | 
L'ALBO PROFESSIONALE DEI TRADUTTORI ED INTERPRETI  |  TRADUZIONI AUTOMATICHE  |  LAVORARE CON NOI
 
     
 
 
 
 
 
 

L'Albo Professionale Traduttori e Interpreti

La traduzione, come tutte le forme di espressione umanistica, non è e non sarà mai imprigionabile nei meandri di un software, non è e non sarà mai catalogabile in un miserrimo pseudo-glossario, in cui un lemma corrisponde ad un solo (!) significato. Non è e non sarà mai la lingua delle macchine, perché avrà sempre bisogno della creatività, della fantasia, della sensibilità e dell'ingegno dell'essere umano. L’Albo Professionale dei Traduttori e degli Interpreti

Malgrado la professione del traduttore e dell’interprete rivesta un ruolo fondamentale nella comunicazione, a tutt’oggi in Italia non esiste purtroppo l’Albo Professionale dei Traduttori e degli Interpreti, che invece garantirebbe parametri qualitativi e livelli di professionalità adeguati alla delicatezza del ruolo.

Un vuoto legislativo che provoca uno stato di caos nel quale proliferano sedicenti traduttori e interpreti, che in realtà non sono in possesso né dei titoli di studio né delle competenze ed esperienze professionali indispensabili per poter operare in un ambito di estrema delicatezza come quello delle lingue. I risultati sarebbero solo risibili e ridicoli, se non fosse che spesso incidono anche pesantemente sul futuro del cliente, tanto in termini personali (conseguenze legali, penali, sanitarie, sociali) quanto professionali (nel migliore dei casi perdita di immagine, quindi di clientela, quindi di introiti).

Se si considera che in Italia qualsiasi individuo, senza alcuna abilitazione o dimostrata competenza può recarsi in un Tribunale e, munito unicamente di un documento d’identità, può legalmente giurare una traduzione, forse si fornisce un’idea più precisa dell’enormità del problema.

Non esistendo alcuna normativa in merito, il Giudice di Pace o il Cancelliere non è tenuto ad effettuare alcuna verifica, né a richiedere alcun documento al convenuto, se non appunto quello di riconoscimento. E così, in questi casi vengono legalizzati testi che si discostano dall’originale, a seconda dei casi, in maniera da lieve fino a drammatica. Si tenga conto che in linea generale, non si giurano in tribunale ricette di cucina o istruzioni per lavori all’uncinetto, bensì sentenze giudiziarie, passaporti, estratti di nascita o di morte, certificati di matrimonio, sentenze di divorzio, affidamenti di minori, testamenti, perizie su fabbricati, perizie mediche, cartelle cliniche, pubblicazioni scientifiche e così via. Un’alterazione parziale o sostanziale dei contenuti di testi di così assoluta importanza può determinare conseguenze disastrose a livello sanitario, civile, penale e finanziario.

Si tratta di una vera e propria emergenza legislativa, di cui purtroppo c’è scarsissima consapevolezza. La nostra opera di denuncia e comunicazione del problema è mirata innanzitutto ad aiutare l’opinione pubblica a focalizzare gli aspetti gravi e ambigui dell’assenza dell’Albo Professionale dei Traduttori e degli Interpreti, esistente invece in tutti i Paesi europei ed extraeuropei più avanzati.

A questo scopo si costituì nel 2007 ALTRINIT (ALbo TRaduttori INterpreti ITaliani), l’Associazione che si prefiggeva di sensibilizzare gli organi legislativi competenti, al fine di completare l’iter parlamentare della proposta di legge C. 766 per l’istituzione dell’Ordine Professionale Traduttori e Interpreti, inoltrata il 13 luglio 2006 dall’Onorevole Angela Napoli.

I tempi verbali sono purtroppo al passato, poiché, dopo anni d’impegno a fronte della cronica instabilità politica del nostro Paese – che ha portato ad un susseguirsi di cadute e successivi nuovi governi, ed alla conseguente frammentazione del lavoro di proposta di legge, che puntualmente non trovava spazio a causa della crisi e/o caduta del governo di volta in volta in carica – nella primavera del 2013 il Comitato Direttivo di ALTRINIT ha dovuto prendere atto dell’impossibilità di proseguire una battaglia contro i mulini a vento.

Ciascuno di noi, amando profondamente la propria professione, intende comunque continuare a portare avanti l’opera di diffusione, comunicazione e focalizzazione della gravissima situazione di stallo in cui versa il settore, non tutelato in alcun modo da truffatori o al minimo da semplici dilettanti. Chi affiderebbe la propria salute ad un NON MEDICO, il proprio destino giudiziario ad un NON AVVOCATO, il proprio testamento ad un NON NOTAIO ? Chi lascerebbe emettere una sentenza ad un NON MAGISTRATO o redigere una perizia su un impianto di sicurezza ad un NON INGEGNERE? Questo è esattamente ciò che si consente nell’ambito delle traduzioni e dell’interpretariato. Perché, va detto, anche nelle aule di tribunale e nelle stazioni di Polizia accadono episodi di altrettanta gravità: pseudo-interpreti ritenuti tali solo perché nati in un Paese da cui proviene un indagato e ritenuti in grado di tradurre correttamente e fedelmente un interrogatorio, una testimonianza, oppure, negli ospedali, il racconto di un malato, di un ferito o una sua cartella clinica.

Di tanto in tanto – in verità in maniera quasi sempre dimessa, poiché non si ritiene si tratti di notizie che fanno scalpore, che solleticano la pruderie del pubblico – la cronaca riporta casi di clamorosi errori di traduzione e interpretariato. Il carattere di scarsa importanza conferito a tali notizie deriva però anche in buona parte dall’ASSENZA DI CONSAPEVOLEZZA della gravità del problema, vissuto in tutta la sua intensità solo dagli addetti ai lavori e da coloro che svolgono professioni attinenti e infine da chi ha vissuto un errore del genere sulla propria pelle. Sentenze di condanna perché il termine “coca” era riferito alla nota bevanda gassata, ma dal NON-INTERPRETE era stato tradotto come “cocaina”, indagini invasive o operazioni chirurgiche nel migliore dei casi inutili, in altri dannose se non letali, perché il NON-INTERPRETE si era lasciato “sedurre” da un false friend… Situazioni e conseguenze disperanti, che potrebbero essere però prevenute o evitate, se solo si prendesse atto della gravità del problema.

Perché il nostro impervio, infinito cammino verso la costituzione dell’Ordine Professionale Traduttori e Interpreti possa riprendere, dovrà verificarsi una condizione che, al momento in cui scriviamo, appare lontanissima se non utopistica: la stabilità politica. A cui dovrà necessariamente aggiungersi una sensibilità, che solo la consapevolezza della delicatezza del ruolo potrà conferire. Senza, si potrà solo continuare a lottare contro i mulini a vento, continuando a buttare giù bocconi amari, di fronte all'assurdità di traduzioni ridicolamente rese. Nei musei, negli alberghi, sui manuali d'istruzioni per l'uso, sulle brochure e via via salendo verso documenti di spessore più grave, nei quali sono a rischio aspetti ben più importanti della nostra vita, come i certificati medici, legali o giudiziari, scientifici e politici.

Solo nel remoto caso in cui si realizzasse la stabilità politica accompagnata dalla sensibilità di cui sopra, potremmo contare su un legislatore con il diritto-dovere di prendere atto dell’urgenza e primaria importanza nonché universalità della questione, che riguarda davvero tutti, in un modo o nell'altro, in prima persona. E potremmo così pretendere finalmente una risposta seria, concreta e fattiva.

Allo stato, possiamo solo continuare a denunciare lo status quo e a svolgere la nostra professione con la massima attenzione, serietà e responsabilità. E a guardarci bene dagli hard discount del settore.
 

   
 
   
 
Tags: proof reading, localizzazione di testi, riassunto in lingua, traduzione giurata, revisione testo in lingua, ospitalità alberghiera,
farsi trovare sul web, consulenza SEO, consulenza posizionamento motori di ricerca, Web Marketing per il Turismo, bookign-on-line, prenotazione alberghi, promozione siti web,
aumento visibilità sito internet, SERPs, Search Engine Result Pages, posizionamento sui motori di ricerca, Google, Bing, Yahoo,
recensione sito Internet, recensione portale turistico, ospitalità alberghiera, farsi trovare sul web, consulenza SEO, consulenza posizionamento motori di ricerca
 

 
   
 

HOME | LINGUE E SERVIZI | WEB MARKETING PER IL TURISMO | COLLABORAZIONI | LA TRADUZIONE | TRADUZIONE GRATIS | TARIFFE

 CONTATTI | CAT TOOLS | L'ALBO PROFESSIONALE DEI TRADUTTORI ED INTERPRETI | TRADUZIONI AUTOMATICHE | LAVORARE CON NOI

WordFly.it ha sede in Italia, in Via Foschini n. 7, 80077 Ischia (Na) - Offriamo servizi linguistici dal 1990

WordFly promuove IschiaMeteo.com, previsioni e dati meteo per l'Isola d'Ischia

Copyright © 2001–2014 WordFly.it™. Tutti i diritti riservati

  Torna a inizio pagina Torna a inizio pagina

 

Ultimo aggiornamento: 04/09/2014 - Per il corretto funzionamento del sito abilitare Javascript e Cookies

 
  Web Designer: Umberto Spurio

  WordFly su Twitter  WordFly su Google+  WordFly su Facebook